Scacco matto alla Cupola di Foggia: pioggia di arresti nei confronti di esponenti di rilievo della Società

Numerosi arresti per associazione di stampo mafioso ex art. 416 bis, tentato omicidio, estorsioni, armi nei riguardi di esponenti di rilievo della Mafia Foggiana

10.30 I dettagli della operazione Decimazione

Scacco matto alla Cupola della Società Foggiana. Dalle prime ore della notte in città, circa 200 uomini dell'Arma dei carabinieri e della polizia di Stato, elicotteri e reparti speciali, al termine di una complessa indagine coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Bari, hanno eseguito trenta misure cautelari nei riguardi di esponenti di rilievo della Mafia foggiana, appartenenti alle batterie Moretti-Pellegrino-Lanza e Sinesi-Francavilla, alcuni dei quali gestivano la cassa comune, mentre altri effettuavano estorsioni a tappeto su tutta Foggia.

Gli arresti sono scattati per associazione di stampo mafioso ex art. 416 bis, tentato omicidio, estorsioni ed armi. Si tratta della più vasta operazione antimafia degli ultimi anni nell’area del capoluogo dauno, ancor più importante dell'operazione ''Corona' che nel luglio 2013 portò all'arresto di 24 persone, accusate a vario titolo di omicidi, rapine ed estorsioni. 

I particolari dell’operazione verranno resi noti nel corso della conferenza stampa che si terrà a Bari nell’aula del Consiglio Giudiziario della Corte d’Appello in piazza E. De Nicola, alla presenza del Procuratore Nazionale Antimafia.

Si è registrato anche il tentativo di condizionamento della società calcistica del Foggia, all’epoca militante nel campionato di Lega Pro. Infatti In alcune intercettazioni telefoniche è emerso che, i membri della Società Foggiana hanno imposto alla società sportiva Foggia Calcio la stipulazione di contratti di ingaggio nei confronti di soggetti vicini all’associazione mafiosa, pur non disponendo di qualità sportive significative. E’ emerso come l’attività di infiltrazione si realizzava anche imponendo l’assunzione delle persone indicate dagli appartenenti alla Società Foggiana, come nel caso dell’azienda Tamma.E tra gli indagati, è emerso anche, ci sarebbe il nome di Rodolfo Bruno, il pluripregiudicato foggiano ucciso lo scorso 15 novembre all'interno di un bar alla periferia di Foggia.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Da Foggia verso Milano in pullman, nascondevano carichi di droga nei trolley: 22 arresti

  • Sport

    Foggia calcio, arriva l'ufficialità: esonerato Grassadonia

  • Attualità

    Una serata in pizzeria per chi non se la può permettere: il gesto d'amore dei foggiani Fabio e Valentina

I più letti della settimana

  • Terrore al GrandApulia, rapina al 'Sarni Oro': fuggi fuggi generale e clienti rintanati nei negozi

  • Violenza sessuale su una paziente: arrestato infermiere di 'Casa Sollievo della Sofferenza'

  • Sorprende alunna nei corridoi e la rimprovera, vicepreside schiaffeggiato da genitore all'uscita di scuola

  • Il maltempo fa paura: fulmini, trombe marine e grandinate nel Foggiano. Primi fiocchi di neve

  • Orrore a Foggia: minorenni segregate e chiuse a chiave, picchiate e costrette a prostituirsi sulla Statale 16

  • Terribile sequenza di rapine a mano armata: quattro colpi ai distributori di carburanti, tre in meno di mezz'ora

Torna su
FoggiaToday è in caricamento