Pugno duro dell'Arma in città: oltre 60 le perquisizioni, arrestati fratelli incastrati da cucchiai sporchi di cocaina

Nell'ambito dei controlli, a carico dei due fratelli sono stati sequestrati anche 10 flaconi di metadone e 1.650 euro in contanti in banconote di vario taglio

Cucchiai sporchi di cocaina incastrano due fratelli foggiani, arrestati dai carabinieri nell'ambito dei numerosissimi controlli e perquisizioni messe a segno in città.

Con l’arrivo dei recenti rinforzi, continua senza sosta l’azione dei carabinieri sul territorio del capoluogo dauno: sono più di sessanta le perquisizioni eseguite - 15 delle quali domiciliari - a carico di vari soggetti di interesse operativo e nell’ambito dei posti di blocco disposti dal piano di prevenzione del Comando Provinciale dei Carabinieri di Foggia con l’ausilio delle unità dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Puglia, cinofile anti-droga e anti-esplosivo.

Il 21 gennaio, nell’ambito delle perquisizioni domiciliari, sono stati arrestati due fratelli foggiani, già noti agli uffici di polizia per reati contro la persona e il patrimonio, ritenuti responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nella loro proprietà sono stati rinvenuti in un primo momento cucchiai e coltelli sporchi di cocaina, utilizzati verosimilmente per confezionare dosi di droga e da una più accurata verifica anche 10 flaconi di metadone e 1.650 euro in contanti in banconote di vario taglio. Su disposizione dell’autorità giudiziaria competente sono stati tradotti in carcere, dove resteranno ristretti a seguito della convalida dell’arresto avvenuta ieri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Materiale sequestrato CC-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • Giornata drammatica, bollettino choc per la provincia di Foggia: nove morti e 52 casi positivi

  • Coronavirus, giovane foggiano trasferito d'urgenza a Bari: in gravi condizioni si è reso necessario l'impiego di Ecmo

  • "Venite c'è un'autovettura rubata". Polizia si precipita in via Lucera: non era rubata ma dentro c'era della cocaina

  • Coronavirus: se un defunto muore in casa nessuna vestizione (indipendentemente dalla causa del decesso)

  • Tragedia ad Alberona, c'è una vittima: estratto dalle macerie il corpo di una donna: nel crollo 6 persone tratte in salvo

Torna su
FoggiaToday è in caricamento