Tra doping e stimolatori ormonali per cani, l'altra faccia del body-building: quattro arresti

E’ quanto scoperto da polizia e guardia di finanza nel corso delle indagini, coordinate dalla Procura di Foggia, scaturite dalla morte del giovane Giovanni Racano, culturista foggiano di 30 anni. In quattro finiscono ai domiciliari

La conferenza stampa

Un vasto giro di sostanze dopanti di dubbia provenienza e di stabilizzatori ormonali per animali diffusi in totale clandestinità nelle palestre di Capitanata, e destinati ad atleti e body builder della zona. E’ quanto scoperto da polizia e guardia di finanza nel corso delle indagini, coordinate dalla Procura di Foggia, scaturite dalla morte del giovane Giovanni Racano, culturista foggiano di 30 anni. All’esito dell’operazione “Spartacus”, quattro persone sono finite ai domiciliari per violazioni della normativa antidoping e commercio di farmaci attraverso canali diversi dalle farmacie aperte al pubblico. Si tratta di Maurizio Caricchia, 48enne foggiano con precedenti specifici, Domenico Bruno di 29 anni, Jonata Rinaldi, 26enne di Manfredonia dove è titolare di una palestra e di Gianfranco Abazia, foggiano di 47 anni.

"Attenti a non cadere nella trappola di presunti preparatori atletici" | VIDEO

"Indagine maturata in condizioni di estrema omertà" 

Un’indagine complessa, maturata in condizioni di estrema omertà a seguito della denuncia presentata dal padre di Racano, mentre il figlio era ricoverato in gravissime condizioni di salute, nel policlinico foggiano e poi in quello barese, prima di morire il 17 aprile dello scorso anno. Più di 20 i body-builder agonisti ascoltati da polizia e fiamme gialle, ma nessuno ha collaborato nelle indagini. Nonostante le resistenze del settore, gli inquirenti sono riusciti, nel tempo, a tratteggiare un quadro di grave allarme sociale, basato su taciti accordi clandestini tra preparatori atletici e body-builder che, in vista delle gare, sono disposti ad assumersi ed iniettarsi farmaci e integratori di dubbia provenienza e dai costi elevatissimi. Nel corso delle indagini, infatti, si è proceduto al sequestro di oltre 1.500 confezioni di farmaci dopanti, la maggior parte prodotti in Cina e in India, altri ad uso veterinario, come stimolatori di crescita e stabilizzatori ormonali per animali. Difficile stabilire al momento il giro d’affari stimato: si tratta di prodotti immessi sul territorio in totale clandestinità e, quindi, a caro prezzo.

Perquisizioni a tappeto, sequestrate 1500 confezioni di farmaci

Nel corso delle indagini, polizia e guardia di finanza sono riusciti ad individuare i luoghi in cui gli indagati nascondevano le sostanze che commercializzavano: il 4 maggio 2016 è stato scoperto un immobile in via Polare, a Foggia, ad uso di Claudio Imperio, dove erano presenti farmaci dopante e si constatava l’utilizzo e la somministrazione degli stessi in quel luogo. Un mese dopo, il 10 giugno, blitz in due palestre di Cassano allo Ionio (CS), di proprietà di Vincenzo Dattoli, dove presumibilmente si andava a rifornire di farmaci dopanti l’indagato Caricchia, che utilizzava anche utilizzava un garage di famiglia in via Ruggiero Grieco a Foggia, dove - ben occultati in alcuni cartoni - erano presenti altri farmaci di natura dopante. Stessa cosa per Domenico Bruno che utilizzava, invece, un locale interrato in via Natola. Ancora farmaci e integratori di dubbia provenienza sono stati sequestrati a carico di Abazia e Rinaldi, nelle rispettive abitazioni o palestre.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (7)

  • da domani tutti più sfonfi in palestra
    senza cervello

  • Cosa ne penso? Credo che questo articolo getterà fango anche su quelle palestre sane dove ci si allena in maniera sana si socializza ecc..... si potrebbe indire dei controlli a tutte queste medie piccole palestre ed iscritti che esercitano il loro passione/lavoro ma poi le industrie farmaceutiche cosa ne penseranno??????

  • In galera non va più nessuno

  • era maggiorenne pertanto in grado di intendere e di volere ...

  • Domiciliari? Ergastolo!!!!

  • Quali arresti?

  • Ritengo che ormai sia noto anche ai non addetti ai lavori, che i bodybuilders che presentano un apparato muscolare fuori misura, tipo schwarzenegger, per intenderci, fanno uso di steroidi anabolizzanti. Molto spesso, per non dire sempre, sono gli istruttori che consigliano e propongono l’uso di tali sostanze. Gli arresti di oggi serviranno solo a creare allerta e magari, la sospensione dell’uso di detti farmaci. Passata la “bufera”, tutto tornerà come prima, purtroppo.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Troppi incidenti gravi e mortali, installati autovelox ma "balordi" ne incendiano uno: "Non è una pista di Formula uno"

  • Cronaca

    Colpo di scena sull'agguato al medico di via Vittime Civili, il 'pistolero' cambia versione: "Fu lui ad architettare tutto"

  • Economia

    Spesa pubblica, Foggia prima città del Sud nella classifica di 'Fondazione Etica': dietro Bari, maglia nera Lecce

  • Sport

    La boxe sorride ai Monti Dauni: il nuovo campione italiano dei Superleggeri è Arblin Kaba

I più letti della settimana

  • Incredibile in serie B, il Tar annulla la delibera del Consiglio direttivo. I playout si giocano, ma per il Foggia tutto dipende dal Palermo

  • Violenza inaudita a Foggia: in branco pretendono sesso di gruppo (due minorenni), trans si rifiuta e viene picchiato a sangue

  • Violenza inaudita a Stornara: aggredisce ragazza a morsi, le stacca parte del labbro e le procura gravi lesioni al volto

  • Tragedia nel Foggiano: va nel bosco per tagliare legna, si ferisce ad una coscia e muore dissanguato

  • Kalashnikov pronti all'uso e maschere di silicone: carabinieri sequestrano tutto e sventano un assalto armato

  • Terrore sul Gargano: camion precipita in una scarpata e prende fuoco

Torna su
FoggiaToday è in caricamento