Estorsioni in nome dei Francavilla, vittima denuncia e fa arrestare i suoi aguzzini

Gli agenti della squadra mobile hanno arrestato Leonardo Francavilla, 38enne già in regime di sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno, e Luigi La Grasta di 26 anni, con precedenti per reati contro il patrimonio

La conferenza stampa

Pretendevano settemila euro in tranche da 500 euro, paventando un credito in realtà inesistente. Questa la richiesta avanzata dal foggiano Leonardo Francavilla, pregiudicato di 38 anni, e da un suo complice, nei confronti di una persona già in passato vittima di estorsione da parte dello stesso Francavilla che, per il fatto, fu condannato in primo grado a sette anni.

Una “estorsione/rapina”, come è stata definita dal questore Piernicola Silvis. La vittima, infatti, non è un imprenditore cui offrire ‘protezione’, né ha una attività da taglieggiare, come accade nelle dinamiche estorsive classiche. In questo caso, infatti, la vittima è un lavoratore dipendente, che vive nello stesso quartiere del suo presunto aguzzino: per gli inquirenti, la vittima è stata presa di mira dalla famiglia Francavilla e facilmente assoggettata da un cognome “pesante” nel panorama criminale locale.

FRANCAVILLA E LA GRASTA PEDINATI DALLA POLIZIA

In passato - nel periodo tra il 2011 ed il 20114 -, infatti, la vittima era stata già costretta a versare tra i 20 e i 30 mila euro, dopo essere stata minacciata e ‘schiacciata’ dalla ‘fama’ di una delle famiglie della Società Foggiana. Questa volta, però, alla prima avvisaglia, la vittima si è rivolta alle forze dell’ordine che hanno fatto scattare la “trappola”: dopo la denuncia, gli agenti hanno organizzato un servizio di pedinamento dei due uomini; lo scorso sabato 14 maggio, i due sono stati sorpresi sotto l’abitazione della vittima, che ha raggiunto loro in strada per simulare la consegna dei primi 500 euro richiesti.

A quel punto i poliziotti sono usciti allo scoperto, sorprendendo i due in flagranza, con il denaro tra le mani. Gli agenti della squadra mobile hanno arrestato Leonardo Francavilla (già in regime di sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno) e Luigi La Grasta di 26 anni, con precedenti per reati contro il patrimonio. “Si tratta di una operazione importante - ha chiosato il questore – che bene evidenzia come, se le persone denunciano, le cose vanno in porto”. L’attività è stata coordinata dalla Procura della Repubblica di Foggia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale sulla Statale 16: violento impatto tra un'auto e un tir, c'è una vittima

  • Musica d'estate in Capitanata: tutti i concerti a Foggia e in provincia

  • Shock a Milano, foggiana rifiutata da una "salviniana razzista" "Non ti affitto casa perché sei del Sud" (Audio)

  • Foggiana rifiutata, milanese "razzista e salviniana" ritratta: "Colpa della menopausa, disposta ad affittarle casa senza cauzione"

  • Milanese nega affitto a ragazza foggiana: "Sono razzista e leghista". Salvini : "È una cretina"

  • Da "nonostante sia di Foggia" a 'Zoo pieno di terroni": aperto procedimento contro Feltri dopo l'esposto dei colleghi

Torna su
FoggiaToday è in caricamento