Fuga a folle velocità con un motore rubato a bordo, scatta l'inseguimento dei carabinieri: 4 arresti

Al termine della corsa, i militari hanno arrestato quattro cittadini marocchini di età compresa tra i 21 e i 40 anni, incensurati, regolari sul territorio nazionale, residenti nelle province di Foggia, Avellino e Salerno

Immagine di repertorio

Fuggono all’alt dei carabinieri e innescano pericoloso inseguimento: arrestati quattro cittadini extracomunitari trovati in possesso di un motore di auto di dubbia provenienza.

E’ accaduto alcuni giorni fa, a Cerignola, dove i militari del NORM - Sezione Radiomobile della locale Compagnia carabinieri, nel corso dei servizi di controllo del territorio, hanno tratto in arresto in flagranza per il reato di resistenza a pubblico ufficiale quattro cittadini marocchini di età compresa tra i 21 e i 40 anni, incensurati, tutti regolari sul territorio nazionale, residenti nelle province di Foggia, Avellino e Salerno.

Questi, mentre percorrevano via Manfredonia a bordo di una Lancia Lybra di proprietà di uno di loro, non si erano fermati all’alt intimato dai carabinieri, che intendevano sottoporre ad un controllo i quattro sconosciuti, dandosi alla fuga a forte velocità. Dopo un pericoloso inseguimento avevano abbandonato l’auto, fuggendo a piedi nelle campagne, dove però erano stati raggiunti e bloccati dai carabinieri, che non si erano lasciati scoraggiare.

All’interno del bagagliaio dell’autovettura abbandonata i militari avevano così rinvenuto un motore di auto, sottoposto quindi a sequestro per accertarne la provenienza. Dopo le formalità di rito, gli arrestati erano stati associati alla Casa Circondariale di Foggia, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, che ne aveva successivamente convalidato l’arresto, disponendone poi la loro scarcerazione in attesa del processo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Carabinieri setacciano l'area "internazionale" del Santuario di San Pio: scattano arresti e denunce

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • Ingerisce droga, neonata in coma a Foggia: "Monitoriamo parametri vitali, situazione stazionaria"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento