Sullo scooter senza casco, scatta l'inseguimento in zona Carmine Vecchio: arrestati giovanissimi

Risponderanno di resistenza a pubblico ufficiale. Durante l'inseguimento, l'auto della polizia ha riportato danni alla carrozzeria che i due dovranno risarcire. Il conducente dello scooter (ricettato) era senza patente e assicurazione

La volante intervenuta

Poco prima dell’una di notte, in zona Carmine vecchio, a Foggia - area della città in cui si stanno concentrando in maniera particolare i controlli della Squadra Volante e dei Reparti Prevenzione crimine della Polizia di Stato -  gli agenti in servizio di pattuglia notturna hanno intercettato un ciclomotore con a bordo due giovani sospetti che procedevano senza casco.

Immediatamente hanno azionato i segnali visivi per procedere al controllo, ma questi per tutta risposta acceleravano la corsa tentando di dileguarsi nei vicoli del  quartiere. Gli agenti si sono posti all’inseguimento e nonostante le enormi difficoltà a condurre il mezzo nei vicoli stretti sono riusciti a non perdere di vista i due fuggitivi. Durante l’inseguimento, l’auto della Polizia si è scontrata contro un palo procurando lievi danni alla carrozzeria, ma l’inseguimento non è terminato lì perché, dopo alcuni isolati, i due hanno imboccato un vicolo chiuso, dove hanno terminato la loro corsa.

Il conducente è stato identificato in Vincenzo Bevilacqua, classe 1993, arrestato per resistenza a Pubblico Ufficiale in concorso e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, perché trovato in possesso di due dosi di hashish e denaro contante per 260 euro; inoltre è stato denunciato in stato di libertà per ricettazione del ciclomotore (risultava avere la matricola del motore abrasa) che è stato sottoposto anche a sequestro amministrativo, oltre che penale perché sprovvisto di assicurazione e perché il conducente era privo di patente di guida.

Il passeggero - Antonio Locampo, classe 2000, è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale in concorso. Entrambi, dopo le incombenze di rito sono stati accompagnati presso le rispettive abitazioni agli arresti domiciliari a disposizione della Procura della Repubblica di Foggia. La Pubblica Amministrazione procederà anche alla richiesta dei danni prodotti all’auto di servizio da parte dei due arrestati a seguito dell’indicente occorso durante l’inseguimento. Gli arresti in questione si inseriscono nell’ambito del rafforzamento disposto dal Questore di Foggia a causa della recente recrudescenza dei reati predatori nei cui confronti massima è l’attenzione riservata dalla Questura.

Proseguirà l’azione in tal senso finalizzata a contrastare non solo i reati più gravi ma ogni forma di illegalità, quale il mancato uso del casco e l’abusivismo su strada, che rappresentano eclatante espressione di violazione di regole basilari del vivere civile, a volte poste in essere anche da comuni cittadini. L’attività di prevenzione e contrasto dei comportamenti illegali più diffusi, come la guida senza patente e la circolazione di auto senza assicurazione verranno perseguiti con ogni mezzo, anche con l’ausilio di agenti su moto in abiti civili. Il lavoro d’indagine da parte della Squadra Mobile continua incessante, per assicurare alla giustizia coloro che si sono resi responsabili di reati predatori, come scippi e rapine.

scooter-4

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

  • In fuga su una Ferrari rubata lungo la Statale 16: polizia insegue la 'rossa' da 140mila euro, ladro scende e scappa

Torna su
FoggiaToday è in caricamento