homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Vendeva on line le prestazioni sessuali della moglie, arrestato foggiano

Un 57enne foggiano è stato arrestato a Roma per induzione alla prostituzione. Vittima la moglie di origini cubane, stufa delle continue vessazioni e delle minacce ricevute dal marito sfruttatore

Pistola e pugnale sequestrati

Nel pomeriggio di domenica 22 luglio, un 57enne foggiano è stato arrestato a Roma dagli agenti del Reparto Volanti per il reato di induzione alla prostituzione. Altresì è stato denunciato per maltrattamenti in famiglia e resistenza e minacce a pubblico ufficiale.

Le indagini lampo sono state avviate quando una donna cubana, temendo per la propria incolumità, stufa delle continue vessazioni e  minacce da parte del marito, ha richiesto l’intervento della Polizia.

L’uomo aveva messo alcuni annunci on line dove offriva le prestazioni sessuali della moglie in cambio di soldi.

Aveva occupato anche uno spazio  “cerca lavoro” su un noto giornale di annunci economici. L’uomo trattava direttamente con i clienti le prestazioni che avrebbe dovuto offrire la moglie e i relativi importi.

Il problema era il rifiuto della malcapitata alle continue richieste e pressioni del marito. Per convincerla, il 57enne si era anche procurato una pistola ad aria compressa.

Domenica, dopo l’ennesima lite, la donna, temendo per la propria vita, si è rivolta alla Polizia. Gli agenti, giunti in via Carlo Emanuele I, nella zona dell’ Esquilino, hanno trovato la donna in strada, terrorizzata e in lacrime.

Quando gli agenti hanno bussato alla porta dell’abitazione, il foggiano ha cominciato ad inveire contro di loro, aggredendoli; ma è stato bloccato dai poliziotti.

All’interno dell’appartamento gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato l'arma usata per minacciare la donna  e un grosso pugnale, custodito in un fodero di cuoio.

Sequestrato anche il telefono cellulare e il pc, utilizzati dall’uomo per concordare gli incontri della moglie.  Al termine degli accertamenti, T.B., accompagnato negli uffici del Commissariato Esquilino, è stato arrestato. 

 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Imbarcazione in avaria sul Gargano: panico per otto persone, a bordo una donna incinta

    • Cronaca

      Valigie pronte al convento di San Matteo, i fedeli insorgono: “Non trasferite i nostri frati”

    • Politica

      Ex pronto soccorso e Manfredonia Vetro, “La Regione cosa fa?”

    • Cronaca

      Incendio a Vico Corto. La rabbia dei residenti

    I più letti della settimana

    • Terribile incidente in via Ascoli, scontro tra un'auto e un camion: tre morti

    • Litigio si trasforma in omicidio: accoltellato e ucciso 34enne

    • 34enne ucciso a Foggia, l’omicidio per un parcheggio: fermato il presunto assassino

    • Si apparta con una prostituta, polizia fa infuriare cliente: “Potevate almeno farmi finire”

    • Lieve scossa di terremoto sulla Costa Garganica

    • Rientrano dalle ferie e trovano fori da proiettili sulle pareti delle abitazioni

    Torna su
    FoggiaToday è in caricamento