Angelo e Napoleone Cera: il Tribunale del Riesame ridimensiona il reato di imputazione, ma conferma i domiciliari

Inchiesta Foggia, il Tribunale del Riesame ha confermato i domiciliari per Angelo e Napoleone Cera. Riqualificato il reato da tentata concussione in induzione indebita

Il Tribunale del Riesame di Bari ha confermato gli arresti domiciliari, di Angelo e Napoleone Cera riqualificando però il reato di imputazione. I giudici hanno infatti riqualificato il reato contestato, da tentata concussione (317 cp) in tentata induzione indebita a dare o promettere utilità (319 quater cp).

"Quando un fatto di reato viene così drasticamente ridimensionato accogliendo parte delle ragioni della difesa - dichiarano i difensori dei Cera, gli avvocati Francesco Paolo Sisto e Michele Curtotti - ci si aspetta, quale logica conseguenza, quantomeno una tangibile attenuazione, se non la revoca, anche della misura cautelare. Così non è stato: tanto ci induce, oltre che ad attendere le motivazioni per il doveroso ricorso per Cassazione, a porre in essere ogni ulteriore iniziativa utile per restituire Angelo e Napoleone Cera ad una vita da liberi cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scossa di terremoto in provincia di Foggia: l'epicentro a Carpino sul Gargano, il sisma di magnitudo 3.6

  • Terribile incidente sulla Statale 16: morto 36enne di Cerignola, fatale lo scontro tra auto e camion

  • San Severo come 'Gomorra': la pantera forse fuggita dalla residenza di un boss, si teme fuga verso altri comuni

  • Grave incidente stradale a Lucera, Lancia Musa si schianta contro un muretto: 22enne perde la vita

  • Bombe ed estorsioni, quattro arresti a Foggia. Sequestrati 11 ordigni e 'l'agenda' con nomi e cifre

  • La 'caccia' alla pantera si sposta sul Gargano: avvistamenti, in arrivo altri specialisti (trappole farcite e 'Predator')

Torna su
FoggiaToday è in caricamento