Ampliamento Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo

Pompilio: "L'ampliamento dell'ospedale avrà ripercussioni positive sul territorio, a patto che i vertici aziendali si aprano alla città, tenendo conto delle esigenze occupazionali della popolazione"

Il consiglio comunale, nella seduta di giovedì 21 giugno, ha approvato l’accapo sulla declassificazione del patrimonio civico e l’alienazione dei cinque ettari di terreno in località ‘Valle Oscura’ da destinare all’ampliamento dell’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza.

In considerazione che per i residenti di anni dieci è applicabile l’abbattimento del 25% con un ulteriore abbattimento del 50%, se l’occupazione è avvenuta prima dell’approvazione del P.R.G., e che le terre di cui si chiede la declassificazione dal patrimonio civico sono funzionali al complesso ospedaliero di Casa Sollievo della Sofferenza, Istituto di Ricovero e Cura a carattere scientifico di rilevanza nazionale, l’amministrazione ha proposto alla Regione Puglia una ulteriore riduzione del 30% sul prezzo stimato iniziale di 780.937 euro, per un valore definitivo di 546.655 euro.

Una scelta ponderata per venire il più possibile incontro alle esigenze dell’ospedale nel concedere i suddetti terreni (che sul mercato hanno un valore stimato di 2.082.000 euro) ad una cifra di poco superiore al mezzo milione di euro.

Bocciata la proposta dell’opposizione di donare i terreni alla cifra simbolica di mille euro. Strada impraticabile in quanto, trattandosi di territori demaniali, la congruità del prezzo è valutata non dal Comune, ma dalla commissione regionale al Demanio.

Votata quindi solo la proposta della maggioranza, in quanto, quella presentata dall’opposizione era priva dei necessari pareri tecnici, previsti dal Regolamento Comunale. Il deliberato ha così recepito la proposta finale di fissare il prezzo a 546 mila euro. La delibera modificata dall’emendamento è stata votata favorevolmente dai 16 consiglieri, 11 di maggioranza e 5 di opposizione, ad eccezione del consigliere Bertani che si è astenuto. Il voto relativo al solo emendamento ha invece visto la maggioranza compatta del votare favorevolmente, con l’opposizione che ha votato contro (solo Crisetti si è astenuto).

Soddisfatto il Sindaco Luigi Pompilio: “L’ampliamento dell’ospedale avrà notevoli ripercussioni positive sul territorio, a patto che i vertici aziendali si aprano alla città, tenendo conto delle esigenze occupazionali della popolazione e delle aziende del circondario. Bene fa il Vaticano a puntare su Casa Sollievo. Si può uscire dalla crisi solamente facendo investimenti importanti sulla ricerca e la specializzazione medica d’eccellenza. Noi siamo completamente favorevoli ai piani di sviluppo di Casa Sollievo perché vanno nella direzione giusta. L’ospedale è una realtà inscindibile dal contesto della città, per questo non può isolarsi da essa. Faccio un appello affinché si torni a ragionare insieme a Casa Sollievo perché tutto non le è dovuto a prescindere, ma tutto le è dovuto nel rispetto della città e delle esigenze della nostra comunità”.

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Carabinieri setacciano l'area "internazionale" del Santuario di San Pio: scattano arresti e denunce

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento