Vicepreside aggredito, il genitore si è pentito: pronta una lettera di scuse

L’uomo che ha aggredito il vicepreside Pasquale Diana per via di un rimprovero al figlio, si è detto pentito

Foto d'archivio

E’ pronta una lettera di scuse, così come ha confermato a FoggiaToday l’avv. Antonietta De Carlo, da parte del suo assistito che sabato mattina ha aggredito il vicepreside dell’istituto scolastico ‘Murialdo’ di via Ordona Lavello, Pasquale Diana.

La lettera-riscostruzione di scuse

Una reazione violenta con pugni alla testa e all’addome in risposta all’episodio avvenuto il giorno prima, un rimprovero al figlio da parte del docente perché stava spingendo delle compagne in fila davanti a lui rischiando di farle cadere. Per evitare il quale, il vicepreside lo aveva allontanato prendendolo per il braccio.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (14)

  • Naturalmente nessuno crede alle sue scuse Le scuse dovrebbero farle i giudici alla popolazione onesta che fanno stare a piede libero certa gente. Speriamo che ne il professore e ne la scuola ritirino la denuncia altrimenti si che sarebbe un pessimo esempio per i ragazzi ancora peggio di quello a cui hanno assistito.

  • Chiunque possa essere o appartenga a famiglie "di rango" questo ragazzo,non ha colpa,solo perché è figlio di ki ?...lo si manda a scuola,per educarlo,per formarlo,se poi una volta, fuori prende un'altra strada,non è colpa della scuola, l'animale è il padre ...ma comunque il ragazzo va seguito...se in seguito si riscontra un'altro inconveniente si segnala ai servizi sociali ...gli avvocati fanno il loro lavoro difendono l'indifendibile mi sembra ovvio.

  • Ottima mossa dell'avvocato.

    • Non la definirei ottima mossa, ma classica mossa. Quando si ha torto marcio, conviene usare questo comportamento, ovviamente suggerito dal legale. Credo e spero abbia alcun risultato. Un risultato comunque lo ha già avuto: una figura di m...., tipica dei soggetti senza attributi, che ai primi problemi, fa dietro front.

  • Tra l’altro con tutto il rispetto che potrei avere per la professione ma questi avvocati che decidono di difendere questa gentaglia....

  • Nome noto e arcinoto! Dovrebbe marcire in galera! Credo anche che sia il caso di allontanare il figlio per cercare almeno di recuperarlo, se fosse ancora possibile! In quella famiglia sicuramente sarà prossimo a delinquere pure lui!

    • Scus Juan, ma ki sarebbe questo bos ?

  • scusa. E' noto appartenere ad una delle famiglie malvitose di fg. quali scuse? forse si vogliono evitare ritorsioni? il prof è stato anche minacciato a questo punto?
    solidarietà al professor Diana

  • Scuse senza alcun dubbio suggerite dall'avvocatessa, affinché chi deve giudicare sia clemente nei confronti dell'aggressore. Le scuse comunque sono sempre bene accette quando fatte per iscritto e pubblicamente, ma ciò non deve far venire meno la giusta punizione per chi commette un reato del genere.

  • Trooooppo comodo, non è che uno commette un reato e poi chiede scusa per essere assolto,adesso paga e la prossima volta conta fino a 10000!!!

  • Saranno lacrime di coccodrillo?

  • Perche non si pubblica il nome dell'aggressore ? Sembra un mistero quando invece mistero non è.

    • carella.

      • Mimmo ?

Notizie di oggi

  • Economia

    Natale senza lavoro, dramma non ha soluzione. Russo (Sanitaservice) alza le mani: "Obbligati a fare i concorsi"

  • Cronaca

    "Terremoto" giudiziario a Carpino: blitz dei carabinieri all'alba, dipendenti comunali arrestati per assenteismo

  • Cronaca

    Un aiuto per Francesca, la bambina affetta da un tumore al rene sinistro: "Vi prego, abbiamo bisogno di voi"

  • Cronaca

    Pesante condanna: sei anni al 30enne foggiano della banda del bancomat, incastrato da una traccia di sangue

I più letti della settimana

  • Omicidio sulla Statale 16: ucciso uomo che trasportava finocchi, forse un tentativo di rapina finito male

  • Tifoso della Cremonese in viaggio verso Foggia, muore colpito da un malore: tragedia nei pressi di San Severo

  • Automobilisti rapinati e sangue sulla Statale 16: è caccia ai delinquenti che seminano il terrore nel Cerignolano

  • Attimi di paura in un bar di via Nedo Nadi: rapinatore armato va via col malloppo sparando due colpi a salve

  • Muore prima di giungere allo stadio, Foggia omaggia Federico. La Cremonese: “Grazie di cuore”

  • Prima la bomba a base di dinamite, poi la pretesa di 50mila euro: arrestato "La tigre del Gargano"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento