Botte al vicepreside: le scuse del genitore “accecato dal sol pensiero di proteggere il figlio”

Le scuse del genitore attraverso la lettera-ricostruzione dell’avvocato Antonietta De Carlo

Immagine d'archivio

Attraverso una lettera a firma dell’avvocato Antonietta De Carlo, l’uomo che ha aggredito il vicepreside della scuola Murialdo, porge le sue scuse a Pasquale Diana, agli alunni e a tutta la comunità dell’istituto di via Ordona-Lavello


La lettera dell’avvocato e le scuse

In questi giorni si parla di un episodio che ha attenzionato l’opinione pubblica, circa un fatto accaduto presso l’istituto scolastico Murialdo di Foggia. Un luogo ove vengono affidati i nostri figli, perché gli stessi crescano culturalmente, nel rispetto dei principi di legalità, assistiti da insegnanti che ogni giorno si sacrificano per raggiungere gli obiettivi prefissati.

Dietro tutta questa storia, purtroppo, non si pensa a volte che vi sono minori, i quali devono essere comunque oggetto di tutela incondizionata, da parte di tutte le organizzazioni sociali, e con maggior attenzione da parte del mondo scolastico. E proprio a causa di questa tutela verso i minori che il mio assistito, prendendo atto che il proprio figlio è stato oggetto di presunto abuso di mezzi di correzione, ha voluto incautamente colloquiare con la persona presuntivamente responsabile di tale fatto.

Sabato scorso, lo stesso, decise, dopo aver appreso dal figlio in lacrime che era stato violentemente allontanato dalla fila con uno strattone e scaraventato contro il muro durante l’uscita dalla scuola, percuotendo vistosamente il capo verso il muro, di comprendere il motivo di tanta ed ingiustificata violenza afflitta. Recatosi presso la scuola, in uno stato di agitazione,  ha cercato di colloquiare con il vicepreside sull’accaduto, reagendo in maniera tale da non pensare alle conseguenze del proprio gesto, accecato dal sol pensiero di proteggere il proprio figlio dalle presunte aggressioni ingiustificate che aveva ricevuto.

Alla luce di quanto rappresentato, il mio assistito - mio tramite - porge le scuse al vicepreside, agli alunni ed a tutta la comunità scolastica per l’increscioso accaduto causato da un gesto impulsivo

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (24)

  • Signori, le scuse e il pentimento sono un attenuante previsto dl codice penale che tutti gli avvocati mettono in atto per avere le attenuanti generiche in fase di processo, quindi l'uomo sicuramente non è pentito, perchè uno si pente quando in un momento di rabbia, sbagliato, molla un ceffone a qualcuno ,non colpirlo ripetutamente in modo tale da procurargli svariati di prognosi, mentre l'avvocato sta mettendo in atto quanto prevede il codice. Il pentimento è una scena che si rivede ripetutamente in vari processi anche con episodi gravi, ovviamente lo prevede il nostro codice penale ed è giusto che un legale lo metta in atto.

  • avvocato ma mi faccia il piacere, quale pentimento e scuse contengono le sue parole non certo il suo assistito in abbonamento economico con lei. Purtroppo Foggia è sempre nelle cronache negative sulle reti televisive nazionali. se fosse vissuto in una buona famiglia il figlio nn farebbe "u capuzzill" come diciamo a Foggia. Si vergogni, come minimo avvocato!!

  • lacrime di coccodrillo o peggio? temo si tratti della seconda ipotesi...

  • Scuse accettate,
    mo però paga danni morali fisici e mi auguro una bella fedina penale macchiata

  • Secondo me, dopo il fattaccio, il supercampione si è rivolto al suo legale, il quale gli avrà preannunciato il suo arresto da un momento all'altro, perché lo arresteranno. Quindi, le scuse sono una banalissima attenuante, il pentimento non esiste proprio. Strategia difensiva in vista della traduzione in carcere del suo cliente. Tutto qui.

    • ....più che strategia difensiva sembra il copione di una commedia napoletana!!

  • Credo che questa lettera sia peggio dei fatti accaduti. Come si fa a scrivere una roba del genere??????? Incredibile!!!!!!!!! permettetemi di sottolineare questo passaggio perchè è da oscar: "accecato dal sol pensiero di proteggere il proprio figlio dalle presunte aggressioni ingiustificate che aveva ricevuto".........Chapeau!!!!!

    • Il meglio è, presunto abuso di mezzi di correzione....

      • ...in effetti è una chicca anche quella. Diciamo che è una lettera ricca di "ipotesi".......l'unica certezza è l'ignoranza!!!!!!!

  • Comunque basta con questa storia sono affari loro...

    • Mi dispiace questi sono affari di tutti, perché si tratta di atti così gravi che vanno sempre e comunque condannati.

  • concordo con tutti i commenti

  • L'origine dei fatti riporta un comportamento del bambino fisicamente agitato, il vice preside ha avuto la prontezza di intervenire in un comportamento inappropriato dello stesso bambino, bravo, il comportamento del padre spiega tutto. devono intervenire gli assistenti sociali a garantire l'equilibrio in quella famiglia, viziata , a quanto pare dai fatti , dal comportamento violento del padre del bambino. Cordialmente

  • proteggere da che cosa?
    leistituzioni hanno il dovere di educare e se i figlialunni non sentono o se ne infischianodi quello che dice un professore o un vicepreside allora quest'ultimo ha il dovere diprenderlo dalleorecchie emetterlo dietrouna lavagna come unasino dopo aver messo anche una bella sospensione
    il vicepreside è stato ancora piùgarbato...non lo hapreso per le orecchie alquanto delicate bensi lo hapreso da unbraccio. pensate che io alle elementari avevo una suora dolcissima ma che al momento necessario mi punivacon delle bellebacchettate sonanti sulle mani tanto da arrossarle e indolenzirle,
    quindi di cosa stiamo parlando? adesso la gente aspetta solo di trovare un pretesto per avere da ridire sul fare e sull'essere degli altri.
    è il genitore che ha i disturbidel comportamentoe reazioninonconsone alla società civile forse dovute a uno statopsicofisicoalteratodasostanze?

  • Genitore, in carcere, figlio in comunità, moglie a raccogliere i pomodori, nonni a pigl do cul de sacc, Vicepreside EROE

  • va bee.. nn ci sono parole, moderatore si nu pngn

  • Va pitt l’ogn ai paparell, avvocato !
    Quelli che si credono boss impunibili, meritano una pena esemplare !

  • La pezza è peggio del buco.
    indegno il suo comportamento e altrettanto indegno il tentativo di giustificare in qualche modo la violenza. l'avvocato che si è prestato a questa pantomima deve avere tanto ma tanto pelo sullo stomaco.

  • A questo punto prendevi come avvocato Maria de Filippi.....lei si che se ne intende di piagnistei!!!

  • Ti spacco prima la faccia, tanto poi il mio avvocato scrive una lettera di scusa e finisce tutto a tarallucci e...........

  • Dopo questa lettera “legale” e “ridicola” bisognerebbe togliere la Patria Potestà, se fossero scuse vere sabbie dovuto andare di persona a chiedere perdono, ma questa gentaglia che ben conosciamo non ha le p()le e adesso vuole correre ai ripari per pararsi il c()lo. Se finisse per qualche tempo in galera verrebbe preso a calci e piagnucolerebbe come il figlio

  • Punto uno ,tutte queste parole non penso siano farina del suo sacco.
    Punto due ,non penso sappia neanche la metà dei termini utilizzati nella lettera,ovviamente scritta dall’Avv per provare a salvargli la faccia !!!!
    Punto tre ,non mi sembrano scuse ma ACCUSE INACCETTABILI !!!
    Non sei un uomo .... cesso !!!

  • ma in che lingua e' scritto, giaggianese? o forse libro cuore??

  • levategli il figlio.

Notizie di oggi

  • Attualità

    VIDEO | A casa di Giuseppe Conte: gioia, auspici e preghiere della Volturara Appula del premier

  • Incidenti stradali

    Violento incidente sulla Statale 16, scontro tra tir e motrice "mozzata": feriti e 5 km di coda

  • Regione Puglia

    Assegni di cura: la Regione stanzia altri 20 milioni di euro

  • Cronaca

    Spari contro portone, il 'buongiorno' shock per i residenti di uno stabile in via Monsignor Farina

I più letti della settimana

  • Ecco chi è Giuseppe Conte, il premier foggiano del governo Legastellato targato Salvini-Di Maio

  • Incidente alla festa del Soccorso, esplode un petardo e ferisce gravemente una donna: rischia di perdere un braccio

  • Rubata a Foggia l'auto di Alessia Macari, compagna del giocatore Oliver Kragl

  • Ragazze schiavizzate e costrette a prostituirsi: irruzione nella "prigione" degli orrori, sei arresti

  • Che batosta per il Gargano e il turismo: la galleria Monte Saraceno sarà chiusa nelle sere d'agosto

  • Presa la banda degli assalti ai blindati: milioni rubati per una vita nel lusso sfrenato e per prestigio

Torna su
FoggiaToday è in caricamento