Nascondeva droga in cucina, 29enne rimesso in libertà

Il sanseverese Matteo Barone, assistito dagli avvocati Leonardo Albano e Nicola Ivan Bernardi, era stato arrestato dai carabinieri di Casalnuovo Monterotaro

Tribunale di Foggia

E’ stato rimesso in libertà il giorno successivo al suo arresto in quanto il Tribunale di Foggia ha giudicato di lieve entità la condotta di Matteo Barone, il 29enne sanseverese sorpreso dai carabinieri di Casalnuovo Monterotaro con sessanta grammi di hashish nascosti in casa tra i mestoli della cucina.

Gli avvocati Leonardo Albano e Nicola Ivan Bernardi, fanno sapere che il loro assistito, fino all’episodio del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, era persona del tutto incensurata senza alcun precedente di polizia. Un aspetto di cui il Tribunale di Foggia ha tenuto conto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

  • In fuga su una Ferrari rubata lungo la Statale 16: polizia insegue la 'rossa' da 140mila euro, ladro scende e scappa

Torna su
FoggiaToday è in caricamento