Nascondeva droga in cucina, 29enne rimesso in libertà

Il sanseverese Matteo Barone, assistito dagli avvocati Leonardo Albano e Nicola Ivan Bernardi, era stato arrestato dai carabinieri di Casalnuovo Monterotaro

Tribunale di Foggia

E’ stato rimesso in libertà il giorno successivo al suo arresto in quanto il Tribunale di Foggia ha giudicato di lieve entità la condotta di Matteo Barone, il 29enne sanseverese sorpreso dai carabinieri di Casalnuovo Monterotaro con sessanta grammi di hashish nascosti in casa tra i mestoli della cucina.

Gli avvocati Leonardo Albano e Nicola Ivan Bernardi, fanno sapere che il loro assistito, fino all’episodio del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, era persona del tutto incensurata senza alcun precedente di polizia. Un aspetto di cui il Tribunale di Foggia ha tenuto conto.

Potrebbe interessarti

  • Proprietà e benefici dei lupini

  • Rimedi naturali per pulire la piastra del ferro da stiro

  • Le bracerie a Foggia: i posti giusti per gli amanti della carne

  • Cosa fare in caso di puntura da medusa?

I più letti della settimana

  • Tragedia nelle campagne del Foggiano: bracciante agricolo muore schiacciato da un trattore

  • La Capitanata in lutto: è morta la 'nonna d'Europa' Giuseppa Robucci, si è spenta a 116 anni (e 90 giorni)

  • Attimi di paura in ospedale: violento irrompe in Pronto Soccorso, aggredisce infermiere e lancia in aria pc e defibrillatore

  • Esplode silos in azienda cereagricola: paura ad Ascoli Satriano

  • "Sono il ragazzo che ti ha fatto male", 17enne chiede perdono all'agente investito: "Scusa, ho avuto tanta paura"

  • Spaccate e micidiali bombe, così assaltavano i bancomat di Foggia: due arresti (si cercano i complici)

Torna su
FoggiaToday è in caricamento