Sangue nel ghetto foggiano: scoppia violenta lite, poi spunta un coltello che colpisce 27enne

Nella notte tra domenica e lunedì scorsi, un 27enne del Gambia è rimasto ferito da una coltellata sferrata da un altro migrante, allo stato non identificato. Le condizioni del giovane non sono gravi. Indaga la polizia

La 'pista'

Ancora sangue nel ghetto di migranti (in fase di smantellamento) che sorge sulla ex pista dell'aeroporto militare di Borgo Mezzanone. Nella notte tra domenica e lunedì scorsi, un giovane di 27 anni, del Gambia, è rimasto ferito da una coltellata sferrata da un altro migrante, allo stato non identificato.

Sull'accaduto sono in corso le indagini della polizia. Ferito, ma non in modo grave, il 27enne: se la caverà con una prognosi di 7 giorni. Non è il primo caso di violenza registrato nel ghetto - pista che, al momento, 'accoglie' circa 1500 migranti: negli ultimi mesi, infatti, sono decine i casi di accoltellamento registrati nella borgata del Foggiano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Corsa contro il tempo per Domenico, il 37enne e padre di due bambini colpito da una rara malattia: "Aiutateci a salvarlo"

  • Presa la banda foggiana che assaltava i bancomat: tre colpi in 20 giorni, quattro arresti

  • Checco Zalone ospite da Fiorello, cita Foggia e divide: "Delinquenza e povertà, ma almeno c'è il bidet"

  • Ultim'ora | Operazione 'Nettuno', 4 arresti nella Capitaneria di Porto di Manfredonia

  • 400 ulivi tagliati 'con le mani', amaro risveglio nei campi di Stornarella. La vittima: "Buon miserabile Natale anche a voi!"

  • Da cinque anni alimentava casa e ristorante con l'elettricità rubata all'Enel: furto da 85mila euro

Torna su
FoggiaToday è in caricamento