Tutto il mondo è foggiano

Tutto il mondo è foggiano

Pasquale Puzio, l'ingegnere informatico di Foggia che fa giocare 1 milione di italiani con l'App 'FantaMaster'

30 anni di Foggia, Pasquale Puzio vive e lavora a Nizza. FantaMaster è una App per smartphone ideata dall'ingegnere informatico e condivisa con Marco Polidori e Amleto Giannini

Pasquale Puzio

Un'idea, un gruppo di amici, tanta fatica e la passione per il calcio: è nato così il progetto FantaMaster che porta la firma di Pasquale Puzio, foggiano classe 1988 nato e cresciuto nel quartiere Candelaro ma da alcuni anni residente a Nizza. E' sua l'app che permette a quasi un milione di italiani di giocare al Fantacalcio attraverso uno smartphone.

L'idea iniziale, poi condivisa con due suoi amici, nel giro di pochissimi anni si è trasformata in una vera e propria azienda: "Abbiamo lasciato il nostro precedente lavoro e ci siamo dedicati al 100% a questo progetto"

Alunno del Blaise Pascal, Puzio ha proseguito gli studi a Bologna dove ha conseguito la laurea in Informatica. Si è trasferito a Nizza grazie al progetto Erasmus. Qui, prima del successo di FantaMaster, ha svolto un master di ricerca.

Nizza è un posto incantevole, la Promenade des Anglais d'estate è un fiume di gente ed emozioni, il mare e le temperature promettono bene, i luoghi sono suggestivi e il lavoro non manca. Pasquale non pianifica nulla, decide di continuare a vivere nella cittadina francesce e con gruppo di compaesani - "che volevano riprendere come me un vecchio ma bellissimo gioco della nostra adolescenza" - danno vita a FantaMaster: "Da buon ingegnere informatico, ero anche alla ricerca di uno strumento semplice, ovvero un'app per smartphone che mi permettesse di tenere sotto controllo la mia squadra e di avere a portata di mano tutte le informazioni utili per il fantacalcio. Incredibilmente, nonostante nel 2015 le app fossero già diffusissime, per il fantacalcio non c'era niente di realmente fruibile. Allora ho pensato di realizzarne una per conto mio"

Dopo circa sei mesi di frenetico lavoro, di notti insonni, pause pranzo e weekend saltati, finalmente nell'agosto 2015 FantaMaster è disponibile sull'App Store. "Devo ammettere che non avevo nessun obiettivo imprenditoriale o particolarmente ambizioso, volevo semplicemente realizzare uno strumento utile in primis a me e, magari, ad altri giocatori di fantacalcio".

C'è un però che sorprende e non poco Pasquale: in poche settimane migliaia di utenti scaricano l'App Fantamaster. 

L'informatico è a un bivio, deve scegliere se trasformare o meno quella sua intuizione in un lavoro: "Per mia fortuna e con un pizzico di pazzia scelsi Fantamaster e dopo aver trovato dei validi collaboratori, tra cui il mio socio Marco Polidori e Amleto Giannini, foggiano come me, ci siamo lanciati in questa avventura".

Ma non è tutto oro quello che luccica. La sfida si presenta proibitiva e col passare dei giorni arrivano i primi "no": "Eravamo solo 3 ragazzi, con poca esperienza e in posti distanti tra loro (lavoriamo tutti da remoto). Nessuno credeva in noi, ma non ci siamo arresi" ci confida Pasquale, che aggiunge: "Oggi siamo una realtà affermata (la seconda in Italia in termini di utenti) e in continua crescita (oltre 800mila utenti registrati, quasi 1.5 milioni di downloads), e siamo riusciti, non senza difficoltà, a creare una vera e propria azienda capace di fare concorrenza a dei giganti del settore".

Per il ragazzo del Candelaro, ingegnere informatico di giorno e programmatore di notte per Fantamaster, fare del suo progetto un punto di riferimento per centinaia di migliaia di italiani non è stata una passeggiata: "Per non parlare di quando è nato mio figlio un anno fa. Insomma, le difficoltà non sono mancate e a volte ammetto di aver attraversato qualche momento di stanchezza o sconforto".

Oggi Pasquale Puzio dedica le sue competenze esclusivamente all'applicazione del gioco che ha stravolto le abitudini degli appassionati di calcio: "Nel mio piccolo credo di aver dimostrato che con tanto impegno, lo studio e anche un po' di fortuna, si possono ottenere grandi risultati, anche quando si viene da una città come Foggia, che soprattutto nel settore della innovazione tecnologica offre poche opportunità di lavoro".

Opportunità che ci sono, perché internet e i nuovi strumenti digitali possono offrirne tante, ma bisogna saperle coglierle e lavorarci su, perché, parafrasando Jeff Bezos, fondatore e attuale CEO di Amazon, l'ingegnere foggiano che fa divertire e giocare i fantacalcisti dello Stivale, conclude: "Lamentarsi non è mai una buona strategia"

Tutto il mondo è foggiano

E' il blog che racconta i successi, le fortune e i sacrifici di chi non ha resistito alla tentazione di esplorare mondi nuovi o di chi semplicemente si è visto costretto ad abbandonare la propria terra per cercar fortuna altrove. In ogni angolo dell'universo c'è un foggiano che si distingue per bravura e professionalità, che ci rende orgogliosi, che esporta le proprie radici, dalle quali però ancora oggi, nonostante tutto, fa fatica a staccarsi. Tutto il mondo è foggiano vuole riportare una parte del nostro territorio che non c'è più, attraverso le storie e le emozioni di uomini e donne made in Foggia e provincia

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento