Tutto il mondo è foggiano

Tutto il mondo è foggiano

Ilario Alberto Capraro, il ‘re’ dei cocktail di Peschici che ha conquistato l’Irlanda

A 'Tutto il mondo è foggiano', il vincitore del 'National Cocktail Competition of Ireland Ambassador' di Dublino. Il 39enne garganico ora lavora al Waterford Castle Golf & Resort

Ilario Alberto Capraro

Dal 1994 ad oggi, dal bar della ‘Baia di Sfinale’ sul Gargano al ‘Waterford Castle Golf & Resort’, Ilario Alberto Capraro ne ha fatta di strada. La ciliegina sulla torta di una carriera costellata di soddisfazioni e che da Peschici lo ha portato in Irlanda, è stata la vittoria conseguita il 23 febbraio al ‘National Cocktail Competition of Ireland Ambassador’ di Dublino.

Quarant’anni il prossimo 21 aprile, sposato da dieci con Maria (dalla quale ha avuto tre figli di 9, 7 e 4 anni) da tre anni il barman di Peschici lavora in un lussuoso castello irlandese del XVI secolo nella piccola isola di Waterford.

Figlio d’arte (negli anni Sessanta papà Nicola era un affermato Executive Chef), a ‘Tutto il mondo è foggiano’ Ilario ricorda gli studi all’alberghiero ‘Mattei’ di Vieste e l’esperienza lavorativa che più di tutti gli ha cambiato la vita e la sua prospettiva nel mondo del Bartending: l’incontro nel 2001 al Grand Hotel Gardone con Tony Micelotta, oggi bar manager presso l’Excelsior di Venezia: “Mi disse di ricordare sempre che nel mondo del bar c’è poco da imparare ma tanto da capire”.

Una massima che Ilario ha portato sempre con sé, fino a guadagnarsi la leadership nel suo campo, ma in un’altra nazione. Della serie: ‘Nemo profeta in patria’. Andar via dal Gargano però è stata una scelta dettata dalla voglia di cambiare e da una professione che permette a chi la fa, di trovare lavoro in ogni parte del mondo. Ma come mai si trova in Irlanda? “Grazie ad Antonio Clemente, anche lui garganico di Mattinata, oggi Food and Beverage Manager al Waterford Castle. Nonostante non ci incontrassimo dai tempi dell’alberghiero, mi ha contattato proponendomi di trasferirmi qui. Dopo 15 anni ci ritroviamo a lavorare insieme”.

Ed oggi, a tre anni dal suo trasferimento, il barman peschiciano ma irlandese di adozione, alza il trofeo sognando di ritornare sul Gargano, ma da turista, per godersi le bellezze naturali di una terra che lo ha visto crescere e che oggi si toglie il cappello di fronte al suo successo: “Ho dedicato questa vittoria a mia moglie, mio sponsor principale, che mi supporta e mi sopporta”. Ma com’è l’Irlanda. “E’ una nazione affascinante con un sistema economico molto più produttivo e semplificato”.

Prima di lasciarci, Ilario dedica un brindisi a tutti i garganici e ai foggiani del mondo con il cocktail più famoso d’Irlanda, il ‘The Boss’. Ad maiora!

P.S. Se avete storie da raccontarmi o volete semplicemente indicarmi i foggiani che si sono contraddistinti nel mondo, scrivetemi a  nardellamassimiliano@gmail.com

Tutto il mondo è foggiano

E' il blog che racconta i successi, le fortune e i sacrifici di chi non ha resistito alla tentazione di esplorare mondi nuovi o di chi semplicemente si è visto costretto ad abbandonare la propria terra per cercar fortuna altrove. In ogni angolo dell'universo c'è un foggiano che si distingue per bravura e professionalità, che ci rende orgogliosi, che esporta le proprie radici, dalle quali però ancora oggi, nonostante tutto, fa fatica a staccarsi. Tutto il mondo è foggiano vuole riportare una parte del nostro territorio che non c'è più, attraverso le storie e le emozioni di uomini e donne made in Foggia e provincia



Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento