Cerignola, dal primo settembre i nuovi percorsi del trasporto pubblico locale

Tra le principali novità il collegamento diretto stazione-Ospedale, le corse per le borgate che coprono un’utenza di 3mila persone, la riduzione dei tempi di percorrenza per tratta da 40 a 20 minuti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

“Valorizzazione della direttrice stazione ferroviaria; - ottimizzazione dei tempi di percorrenza con riduzione delle corse; - introduzione di collegamenti con le borgate cittadine; - potenziamento dei collegamenti con l’ospedale cittadino; - eliminazione della sovrapposizione delle linee con la creazione di un percorso capillare in funzione del territorio (scuole, edifici pubblici, mercato, zone periferiche, stadi e strutture sportive) ed in funzione della creazione del futuro terminal-bus con creazione di capolinea centrale in via Benedetto Croce ed intermodalità di trasporto interregionale ed extra-regionale”.

Così Pasquale Morra, assessore ai Trasporti del Comune di Cerignola, illustra gli obiettivi strategici dei nuovi percorsi di trasporto pubblico locale approvati dalla giunta comunale e operativi a partire dal primo settembre 2019 che precisa: “ll nuovo studio prevede una modifica delle tappe che seguirà tre direttrici principali: la riduzione delle frequenze di autobus, da 40 minuti attuali ai futuri 20 minuti per tratta; il collegamento con le tre Borgate; il potenziamento delle linee con la stazione di Cerignola Campagna”.

Nel dettaglio, saranno implementate sei nuove linee: “linea 1”: da “Ospedale” a “Piazza Libertà” passando per Via Consolare, Via Di Ponente, Via Torricelli, Via Urbe, via Alassio, via L’Aquila, scuola “Paolillo”, Cimitero, viale Fra Daniele, scuola Padre Pio, via Dei Mandorli, Via Borsellino, Via Falcone, capolinea ospedale( “linea 2”: da Via Croce a Via Urbe passando per Via Alassio, Via Pigna, Via Stella, viale USA, via Manfredonia, via San Severo, viale XXIV Maggio, via Gramsci, via Garibaldi, Duomo, Villa Comunale, via Plebiscito, via Falcone, Ospedale, viale Murgolo, scuola V circolo, corso scuola agraria, via Dalla Chiesa, via D’Acquisto, via Torricelli, viale USA (Caserma), via Manfredonia, via San Severo, via Torino, viale Sant’Antonio (chiesa), via Nizza, via Falcone (ex Tribunale), Ospedale, viale Terminillo (scuola V CIRCOLO), corso Scuola Agraria, via Dalla Chiesa, via D’Acquisto, capolinea Via Croce; “linea 3” da Piazza Libertà a Viale di Levante passando per Cimitero, via Anagni, piano San Rocco, via Minzoni, Campo sportivo, viale USA, viale XIV Maggio (chiesa addolorata), Duomo, villa comunale e capolinea Piazza Libertà; “linea 4 industriale stazione”: da Via Dalla Chiesa a via Agraria passando per via D’Acquisto, via Croce, via Puglie, via Consolare, viale Di Ponente, viale USA, zona industriale, via Manfredonia, Cerignola Campagna (Scalo FS), zona industriale, Ospedale, via Falcone, via San Ferdinando, capolinea scuola agraria; “linea 5 borgo tressanti”: da Via Croce a Via Croce con fermata a Borgo Tressanti passando per via Puglie, via Rosselli, via Consolare, viale USA, via Manfredonia, Borgo Tressanti, via Manfredonia, viale USA (caserma VVFF), viale di ponente, via Rosselli, via Puglie, capolinea: via Croce; “linea 6 borgo moschella” da Via Croce a Via Croce con fermata a Borgo Moschella passando per via Puglie, via Rosselli, via Consolare, Borgo Moschella, Borgo Libertà, Via Consolare, via Puglie, capolinea: via Croce.

Tra le principali novità il collegamento diretto Stazione-Ospedale e l’innovativo arredo delle pensiline. “Siamo convinti che, con queste misure, il trasporto pubblico locale compirà un netto balzo in avanti in termini di qualità e di soddisfacimento degli utenti. L’altra novità prevista dal piano è il potenziamento delle corse per la stazione di Cerignola Campagna, situata a 5 chilometri di distanza dal centro urbano. In sostanza, la stazione diventa snodo prioritario per tanti utenti. Al momento il servizio è sdoppiato tra il trasporto pubblico locale e le Ferrovie del Gargano, ma, per evitare disservizi abbiamo già fatto richiesta nel Piano di Bacino della Provincia di Foggia, che sia solo uno il titolare di quei circa 70 mila chilometri annui previsti per collegare Cerignola alla stazione”, conclude Morra.

Torna su
FoggiaToday è in caricamento