Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

VIDEO | Foggia più povera senza le 'Ali sospese' di Rizzi. Morese: "L'opera simbolo della città verrà ricollocata"

 

'Ali sospese' o 'Il volo', l'opera alta otto metri commissionata nel 1969 dalla Camera di Commercio all'artista foggiano Gianfranco Rizzi, realizzata e poi installata nel 1970 nel piazzale dell'aeroporto 'Gino Lisa', verrà ricollocata dopo che nel 2013 Aeroporti di Puglia ne ordinò la rimozione per far spazio a dei parcheggi. "Era stato inopinatamente cancellato e divelto dal sito naturale per cui era stato progettato".

Due pilastri portanti e annodati generano un geoide attorno al quale vola un’aquila; la presenza delle forme meccaniche che ripercorrono il doppio basamento e le lame appuntite che si ripetono anche nel corpo del rapace vogliono significare i sacrifici dell’aviazione militare che con il suo genio è trasformata nella potenza dell’aviazione civile in tempo di pace. Oltre ai caratteri pittorici, dovuti ai diversi materiali, e alla ormai rara fattura del ferro forgiato, l’opera rappresenta un’abile e suggestiva trasposizione dei valori plastici in valori grafici"

Questa mattina Rizzi e Francesco Morese si sono incontrati presso lo scalo foggiano per definire i dettagli e proseguire alla sua reinstallazione, che però, come sottolineato dall'assessore, verrà posizionata in altro luogo, fuori dall'area dell'aeroporto. Da un anno la statua, smontata e tagliata in un paio di punti, è nelle mani del Comune di Foggia. Fra qualche giorno verrà fatta una stima dei lavori: "E' un segno di civiltà"

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento