Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Rinasce il trabucco San Lorenzo, l'antica macchina da pesca che domina il mare da 120 anni

Rinato grazie all'Amgas Blu del Gruppo Ascopiave in collaborazione con i maestri trabuccolanti dell'associazione 'Rinascita dei Trabucchi Storici'

 

Un restauro durato tre mesi, 34 nuovi pali in legno d'abete trattati in autoclave, 900 chili in ferro, due nuove antenne alte trenta metri, due nuovi alberi e altrettanti pennoncini. Sottratto all'abbandono e al degrado, prende vita il trabucco di Baia San Lorenzo a Vieste (sulla litoranea per Peschici), l'antica macchina da pesca ricostruita grazie ad Amgas Blu, società per la fornitura di gas ed energia elettrica della provincia di Foggia, e all'associazione 'La Rinascita dei trabucchi storici del Gargano'. 

Quasi 120 anni di storia, è stato uno dei trabucchi più pescosi del secolo scorso. Cinque i trabuccolanti che hanno provveduto al restauro, di cui tre maestri e due apprendisti, i mebri dell'associazione e un pescatore che ha installato la nuova rete di pesca di circa 500 metri quadrati.
Così il presidente di Amgas Blu Giuseppe Chiappinelli: "Siamo una realtà del territorio impegnata a lasciare un segno tangibile alla comunità. Il restauro del trabucco rientra tra le iniziative promosse attraverso il progetto Aria (Il gruppo Ascopiave rispetta l'ambiente) per la conservazione e la valorizzazione del territorio). Gli fa eco Roberto Zava del gruppo Ascopiave.

Dichiara Matteo Silvestri, presidente de 'La rinascita dei trabucchi storici': "Negli ultimi tre anni abbiamo ricostruito i trabucchi di Molinella, Punta Lunga e ora questo di San Lorenzo"

L'assessore regionale Piemontese rimarca l'impegno della Regione Puglia per i trabucchi del Gargano: "Abbiamo già destinato 200mila euro per ridare vita ai trabucchi, perché riteniamo che investire su ciò che ha contraddistinto un pezzo di vita del passato può rappresentare un connubio tra passato e presente con un'ottica rivolta al futuro"
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento