Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

"Foggia ha fame di vera cultura". Il monito di Mons. Pelvi e la proposta: "Marcelline bis in periferia"

La proposta dell'Arcivescovo nel giorno dei 120 anni della scuola paritaria foggiana. "Istituiamo un fondo per una seconda sede"

 

Un secondo istituto delle scuole Marcelline. Magari in una zona periferiche della città. Per diffondere anche lì, nelle zone più marginali, la ‘Cultura’ (quella con la c maiuscola) tra le generazioni di domani e, obiettivo parimenti importante, intervenire in qualche modo sulla ecatombe di scuole paritarie, che stanno sempre più scomparendo dal panorama nazionale e cittadino. E’ con questa proposta inattesa, accolta con positivo stupore dalla stessa Madre generale della Congregazione, Suor Marimena Pedone, che l’Arcivescovo di Foggia, Vincenzo Pelvi, ieri, nel giorno in cui la scuola paritaria ha compiuto 120, ha riconosciuto l’importanza dell’istituzione ed il grande lavoro svolto nella formazione dei foggiani di ieri e di oggi.

“Abbiamo bisogno di mettere la faccia sulla cultura” ha dichiarato l’Arcivescovo sul finire del convengo-dibattito organizzato dalla scuola per l’occasione (“Quale libertà, idee a confronto” il tema). “Perché cultura è libertà” ha continuato Pelvi, “ed i soldi –ha affondato- in questa città devono essere destinati alla cultura, non alla pseudo-cultura. Bensì a quella cultura, si badi, intesa come politiche sociali”. Meno manifestazioni, insomma, più attenzione alla crescita e alla formazione della comunità: quella è la cultura per Pelvi, e quella rende liberi.

Quindi la proposta: “Istituiamo un fondo, la Curia, le istituzioni, i privati, i cittadini che ci stanno. Un fondo che possa finanziarie questo progetto”. Applausi in sala ed emozione nella Madre generale. L’assessore comunale, Claudia Lioia, dice sì: il Comune di Foggia ci sta.

Se prenderà piede la proposta di Pelvi saranno le prossime settimane a dirlo. Di certo la Curia fa sul serio.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento