Cinquemila pannolini alle famiglie in difficoltà e ai progetti Sprar

L’iniziativa promossa da Coop Alleanza 3.0. in favore della Iris e della rete di imprese “Oltre”

Migliaia di pannolini di taglie diverse destinati ai genitori in difficoltà e alle famiglie accolte nei progetti SPRAR del territorio: è l’iniziativa di solidarietà promossa da Coop Alleanza 3.0. La presidente del Consiglio di zona, Angela Zuppa, e un gruppo di consiglieri in rappresentanza dei soci foggiani hanno consegnato all’Ipercoop di Foggia nella mattinata di martedì 6 novembre oltre cinquanta colli di beni, alla presenza del presidente della cooperativa sociale Iris, Nicola Di Bari, che gestisce diversi progetti nell’ambito del Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati e di assistenza alle persone in fragilità sociale. La donazione sarà distribuita a favore di tutta la Rete d’imprese “Oltre”, di cui Iris fa parte. “Oltre”, infatti, è una realtà attiva in provincia di Foggia impegnata in diversi settori: lavoro e politiche giovanili, welfare d’accesso, accoglienza, servizi socio-sanitari, agricoltura sociale, cultura e turismo, operando secondo logiche di responsabilità etica e sociale. Euromediterranea, Medtraining, Sicura, Iris, Ortovolante e Frequenze rappresentano la rosa di cooperative che compongono la Rete.


“L’attenzione all’altro, a chi vive nel disagio, in povertà, a chi ha dovuto lasciare il proprio Paese a causa di guerre, persecuzioni, violenze, ci impone ogni giorno di interrogarci sul senso delle nostre azioni e del nostro lavoro. Consegnare i pannolini alle famiglie che incontriamo nell’ambito delle nostre attività rappresenta per noi e per loro un segnale di profonda vicinanza e sensibilità, che incoraggia ad andare avanti lungo questa strada e a poter immaginare – anche in questo difficile momento storico, politico, sociale – che un futuro migliore può davvero esistere per tutti. Quello che riceviamo oggi è un dono molto grande, da condividere con quanti hanno bisogno, e da far conoscere anche ad altri, con l’idea che la solidarietà trova sempre la forza di moltiplicare la sua energia positiva”, ha dichiarato Anna Rita Zichella, presidentessa di “Oltre”, che attraverso le realtà che ne fanno parte provvederà a distribuire i pannolini con la collaborazione istituzionale dell’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Manfredonia, Noemi Frattarolo.
L’impegno concreto di Coop Alleanza 3.0 si situa nel solco di numerose iniziative radicate sul territorio a favore delle fasce di popolazione in stato di indigenza, come la campagna “Dona la spesa” del 13 ottobre scorso che ha visto impegnati soci e volontari nel punto vendita Ipercoop di Foggia per la raccolta di beni di prima necessità non deperibili – dall’olio, tonno e legumi in scatola, farina e zucchero, biscotti e prodotti per la colazione, pasta e riso, alimenti a lunga conservazione agli articoli per l’igiene della persona, della casa e per l’infanzia – poi distribuiti a persone e famiglie in difficoltà segnalate nella comunità foggiana. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Blitz antidroga, dieci arresti sul Gargano: cadono boss ed esponenti di primo piano

  • Cronaca

    Guerra tra clan sulla "protezione" da pizzo, dietro l'omicidio Silvestri la rapina al gioielliere: "Festeggiamo alla faccia sua"

  • Cronaca

    Con una pala meccanica rubano generatore lungo i binari: furto sventato dalla PolFer

  • Cronaca

    "Tagliatori" di auto sorpresi all'opera, scatta il fuggi-fuggi: arrestato 41enne, è caccia ai complici

I più letti della settimana

  • Omicidio a Trinitapoli, ucciso a colpi di pistola Cosimo Damiano Carbone

  • Omicidio a Cagnano Varano: ecco chi è l'uomo accusato di aver ucciso il maresciallo dei carabinieri

  • Incidente stradale: cinque auto coinvolte e 10 feriti, elisoccorso sul posto e tratto della provinciale Lucera-Biccari chiuso

  • Omicidio di mafia sul Gargano, svolta sull'uccisione di Silvestri: arrestate due persone su ordine della DDA

  • Così Papantuono ha ucciso il maresciallo Di Gennaro: "non c'è un movente", ha chiamato i carabinieri e ha sparato

  • Il carabiniere ferito provato e confuso dalla morte di Di Gennaro. Al CorSera: "Ho fatto quello che dovevo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento