Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

VIDEO | Fedeli in rivolta contro il parroco: "Giù le mani dal crocifisso"

Sit in di protesta ieri in via Smaldone. La comunità dei fedeli della chiesa di Sant'Antonio contro la decisione del parrocco, don Roberto

 

“Giù le mani dal crocifisso”. Dopo la petizione online e la lettera inviata a diverse autorità ecclesiali, “a tutela del patrimonio artistico ed architettonici della chiesa di Sant’Antonio”, la comunità di fedeli della parrocchia foggiana di via Smaldone, continuano nelle loro azioni di protesta per scongiurare lo spostamento del maestoso crocifisso in bronzo che da decenni sovrasta l’altare. Ieri i più combattivi si sono presentati nel piazzale antistante la Chiesa con indosso t-shirt recanti la scritta “Giù le mani dal crocifisso”, e si dicono pronti a tutti pur di difendere la scultura bronzea.

Opera di padre Guglielmo Schiavina, il crocifisso, infatti, potrebbe a breve essere archiviato in una nicchia e sostituito da altre icone sacre di stile neocatecumenale. L’annuncio lo ha fatto ai fedeli lo stesso parroco della Chiesa, don Roberto Nesta, provocando sconcerto in chi in quel Cristo vede l’essenza stessa della parrocchia di San’Antonio, entrato ormai nei cuori dei fedeli che lì vanno a prostrarsi.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento