Su spotify c'è 'Club 22', primo album dei foggiani Endigii e Itten: oltre 90mila ascolti solo per Beverdì

Andrea di Nanno e Angelo Netti hanno dato vita ad un progetto artistico nuovo che trasforma in musica le turbolenze sentimentali vissute da Endigii. Sei brani in tracklist, sono tra i foggiani più ascoltati del territorio (e non solo)

Endigii - Club 22

Dopo la pubblicazione dei singoli Agnese, Dancehall, Game of Thrones, Beverdì, Rimmel, Lollipop, Cocaine e Beverdì Pt. 2Endigii rilascia su Spotify il primo album di inediti, intitolato “Club 22”. La produzione del disco è targata Itten.

La collaborazione tra i due foggiani nasce nel 2017 e si consolida pian piano. Il titolo è coniato dalla celebre espressione “Club 27” usata giornalisticamente quando si fa riferimento ad alcuni artisti, prevalentemente della scena rock, morti all'età di 27 anni. Tante le celebrità scomparse proprio quando dovevano spegnere, o avevano già spento, 27 candeline: Robert Johnson, Brian Jones, Jimi Hendrix, Jim Morrison, Kurt Cobain, Amy Winehouse, sono solo alcune.

Parafrasando l'espressione, Andrea di Nanno (Endigii) e Angelo Netti (Itten) hanno dato vita ad un progetto artistico nuovo che trasforma in musica le turbolenze sentimentali vissute da Endigii. L'intera produzione rispecchia il sentimento dell'apatia generazionale che, i giovani artisti nutrono segretamente. All'interno della raccolta, una serie di brani narrano l'amore visto e vissuto dagli occhi dell'interprete: sofferenza, notti insonni passate davanti al televisore a guardare serie tv, citazioni estrapolate da film, vizi e virtù che fanno parte del mondo giovanile.

La tracklist è composta da sei brani: 1) Mistress; 2) Di nascosto; 3) 4:34; 4) Odi et amo; 5) Buenos Aires; 6) Voglio da Te. Solo con il singolo Beverdì, su Spotify, più di 90.000 ascolti hanno permesso ai due artisti foggiani di diventare tra i più ascoltati del territorio (e non solo). 

Endigii e Itten, chi sono

Itten. Angelo Netti in arte Itten è un giovane artista foggiano di 24 anni laureato in Design Urbano. Si affaccia al mondo della musica durante il periodo adolescenziale ascoltando vari stili da cui ha colto suoni, armonie e sfumature che hanno poi, ispirato le sue produzioni. Polistrumentista autodidatta ha approfondito lo studio musicale per affinare le varie tecniche di composizione e arrangiamenti. Musicista, dj e producer spazia dall'Hip Hop all’Indie, dal Pop al Funky fino ad arrivare all’elettronica, riscuotendo numerosi consensi sul web e nei concerti live. Ha collaborato con numerosi artisti del panorama musicale locale e si esibisce ancora oggi in note discoteche della Capitanata, ottenendo ampi consensi dal pubblico. 

Endigii. Nome d’arte di Andrea di Nanno, nasce a Foggia il 16/09/96. Si avvicina al mondo dell’Hip Hop nel 2014, dedicandosi principalmente al freestyle. Solo in seguito decide di mettere da parte l’arte dell’improvvisazione per dedicarsi appieno ai testi scritti. Collabora con alcuni tra i più quotati artisti del settore a livello locale. Questo porta alla nascita di due collettivi, “Trash Food” e “Back Door Fellas” che, tra il 2015 e il 2016, si affermano come ottime realtà a livello emergente della Capitanata. Chiusa l’esperienza con i collettivi, pubblica alcuni singoli come solista. I suoi testi e le sue melodie si ispirano alla “new wave rap” americana. Particolarmente evidente nei suoi brani è l’influenza di artisti come Lil Peep e Post Malone.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Ha una crisi e distrugge casa, sedato e portato in ospedale muore poco dopo: è giallo sulle cause del decesso

  • Grave attentato nel Foggiano: aperti bocchettoni dei silos di un'azienda, migliaia di litri di vino dispersi nelle campagne

Torna su
FoggiaToday è in caricamento