'Assistenza di prossimità' per gli stranieri in Capitanata: entra in funzione l'Unità Mobile

Il progetto FAMI 1550 promuove una gestione integrata dei flussi migratori. L'ASL Foggia, in qualità di partner, ha previsto una serie di interventi tra cui la selezione di una equipe specializzata con il compito di informare ed offrire agli stranieri una assistenza socio-sanitaria e legale

Immagine di repertorio

Assistenza di prossimità agli stranieri presenti sul territorio provinciale: al via la seconda fase del “Progetto FAMI 1550 - Orientamento ed Inclusione”. I dettagli dell'iniziativa verranno illustrati nel corso di una conferenza stampa in programma il prossimo 10 ottobre , alle  9,30, presso la Prefettura di Foggia. Al tavolo dei relatori, il prefetto Raffaele Grassi e il direttore generale dell'Asl Fg, Vito Piazzolla.

Il progetto, di cui la Prefettura di Foggia è Ente Beneficiario e la Regione Puglia, la ASL Foggia e l’Università degli Studi di Foggia sono partners, è finalizzato alla promozione di una gestione integrata dei flussi migratori. Ogni partners ha sviluppato una specifica parte progettuale, in base al proprio ambito di attività.

La ASL Foggia ha previsto una serie di interventi tra cui la selezione di una equipe specializzata con il compito di informare, indirizzare ed offrire agli stranieri una assistenza socio-sanitaria e legale.
Seconda e ultima fase del progetto è l’implementazione della “Assistenza di Prossimità”, già avviata nella prima fase, attraverso l’acquisto di una “Unità Mobile” con fondi stanziati nell’ambito del progetto FAMI.

Nel corso della conferenza stampa, il Prefetto di Foggia Raffaele Grassi e il Direttore Generale della ASL Foggia Vito Piazzolla illustreranno le fasi del progetto e presenteranno la “Unità mobile”, appositamente attrezzata, con la quale l’equipe specializzata raggiungerà gli insediamenti di stranieri per portare assistenza socio-sanitaria e legale direttamente in loco.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento