Abbattuti alberi in via Napoli perché erano "pericolosi per la pubblica incolumità". Landella: "Serve obiettività"

Il commento del sindaco Franco Landella sulle critiche e le proteste messe in campo contro l'abbattimento degli alberi di via Napoli a Foggia

In merito all'abbattimento degli alberi per via del rifacimento del manto stradale di via Napoli il sindaco Franco Landella risponde alle "proteste clamorose". "Fermo restando il diritto legittimo di ciascuno ad avere la sua opinione e la sua idea, l'impressione è che si stia smarrendo la logica delle cose. Cercherò di essere chiaro e sintetico.

Via Napoli è una strada ridotta in condizioni pessime, in cui persino i marciapiedi sono un pericolo per i pedoni per via della disconnessione del manto stradale. Di questo tutti i cittadini sono consapevoli.

Per risolvere il problema l'Amministrazione comunale ha investito risorse economiche e preparato un progetto di rifacimento dell'arteria. Affinché si potesse realizzare l'intervento, tuttavia, era necessario eliminare la causa della strada dissestata, ossia la presenza di alberi che con le loro radici sollevano l'asfalto e che per la loro condizione rappresentano un pericolo per la pubblica incolumità. Non ce lo siamo inventati per il sinistro e macabro piacere di abbattere alberi, ma lo ha certificato la relazione firmata da un fitopatologo, cioè un esperto in materia.

Va da sé, dunque, che per riparare la strada bisogna abbattere quegli alberi che nei decenni scorsi sono stati piantati in modo sbagliato e sostituirli con tipologie arboree che non producano con le loro radici la situazione che è sotto gli occhi di tutti. 

Sostenere che bisogna proteggere gli alberi e non abbatterli e poi lamentarsi per la mancanza di manutenzione di via Napoli non ha quindi nessun senso sul piano logico.  Serve un po' più di obiettività, anche nelle critiche. Altrimenti si rischia di fare in modo che la satira sembri davvero la realtà"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Cerignola: spara e uccide la vicina, ferisce la moglie e poi si toglie la vita

  • Omicidio nel Foggiano: ucciso 'Fic secc', noto esponente della criminalità garganica

  • Scacco al clan: maxi operazione antimafia di Carabinieri e Cacciatori, 50 arresti (anche a Foggia e Cerignola)

  • Quel piano 'bomba' per uccidere 'Fic Secc': ieri l'omicidio a colpi di fucile dell'erede di Romito, stub e perquisizioni

  • Bomba in vicolo Ciancarella, a Foggia: colpita la friggitoria 'Poseidon', malore per un residente

  • È foggiano il miglior panettone artigianale tradizionale d'Italia: è di Andrea Barile del bar pasticceria 'Terzo Millennio'

Torna su
FoggiaToday è in caricamento